Un dato allarmante, che da solo testimonia le gravi differenze che ci sono tra nord e sud del paese.
Un paese dove le attese superiori ai 20 minuti, agli sportelli delle ASL, sono il 19% del totale a Bolzano, il 65% nel Lazio, il 68% in Sicilia ed il 73% in Calabria.
Un paese dove la spesa sanitaria pro-capite varia tra i 1.750 euro della Campania, i 2.200 di Bolzano e della Valle D’Aosta.
Un paese la cui spesa sanitaria si assesta intorno ad una cifra inferiore alla media dei 15 Paesi europei (8,7% del PIL, prima dell’allargamento dell’UE), col 7%: a fronte del 9,2% francese, del 9,3% inglese, del 9,5% tedesco, del 15% irlandese.

Per approfondire l’argomento andate sul link: http://www.corriere.it/salute/pediatria/15_febbraio_20/mortalita-infantile-sud-30percento-piu-nord-ecco-perche-d94167bc-b8f4-11e4-b4ca-88f092eacdcb.shtml

La Malasanità – Il divario tra Nord e Sud